I posti più misteriosi del mondo

8 Nov

Il mondo è pieno di luoghi misteriosi, siamo andati ad esplorare altri corpi celesti senza nemmeno aver completato l’esplorazione del nostro pianeta. Ci sono però località e posti davvero strani che da decenni sono al centro di complotti e cospirazioni, che forse esistono e forse no, di cui tutti hanno sentito parlare almeno una volta nella vita. Soprattutto in documentari di History Channel o nei programmi di Giacobbo (Voyager) sulla RAI, basati interamente su supposizioni e poche verità scientifiche. Leggi

Le principali esche artificiali per lo spinning

20 Ott

La pesca sportiva in Italia ha molti appassionati. Il motivo è semplice: tanti corsi d’acqua e il mare. Il numero dei praticanti tutto sommato cresce ogni anno e ci sono varie tipologie di pesca che grazie al web, con Facebook, i blog e i forum dedicati, raccolgono gli appassionati, creano appuntamenti, promettono nuove avventure. La pesca subacquea, quella in mare e quella di acqua dolce hanno tecniche differenti. Esistono regolamenti precisi, anche sulle taglie dei pesci, per esempio. Leggi

In gita al Lago di Como

21 Set

George Clooney si dice che abbia fatto molto per pubblicizzare le bellezze del Lago di Como a Hollywood, possedendo una villa sulle sponde, ma la verità è che quei posti hanno sempre goduto di un’ottima fama, a partire dal Manzoni che vi ambienta l’opera fondamentale della letteratura italiana, con squarci lirici che non si perdono mai in descrizioni noiose e abbondanti.

Il Lago Lario è il terzo lago italiano per superficie e si estende lungo la fascia prealpina della Valtellina, in uno scenario panoramico mozzafiato. Lo specchio d’acqua occupa una fossa scavata dall’azione di erosione di un ghiacciaio che si spingeva fino alla Brianza, lasciando le sue impronte con la sua caratteristica forma allungata. Il lago ha coste a dirupo e le poche aree pianeggianti sono in corrispondenza degli estuari dei fiumi immissari. Leggi

Il Milione, la prima guida viaggi della storia

12 Set

Sul Milione di Marco Polo si è molto scritto per le sue caratteristiche. Ricordo di averlo letto con piacere da bambino, quasi divorato, per quel suo modo di descrivere dei mondi lontani e sconosciuti e per il senso di meraviglia che trasmetteva.

La riuscita dell’opera si deve a dei pregi innegabili. Anzitutto Marco Polo evita che sia il solito diario di bordo o commentario. La descrizione dei luoghi avviene per catalogazione, segnando i paesi e le città che incontra, misurando le distanze e dandone conto in modo compiuto. L’aspetto antropologico è arricchito dalle numerosi descrizioni che Polo fornisce del paesaggio, elencando le bellezze naturalistiche, la presenza di monti e foreste, corsi d’acqua e sorgenti. Parla inoltre del clima e di come vi abitino gli abitanti, spesso soffermandosi in descrizioni particolareggiate sul piano somatico. Qui passa ad elencare i costumi. Ha assistito a matrimoni feste civili e religiose e le descrive sempre con un senso di meraviglia che va oltre la semplice curiosità. Leggi

Quanto vale il commercio di armi mondiale

19 Lug

Il commercio internazionale di armi viene spesso deprecato per questioni etiche e morali; va aggiunto che esso ha una tale portata (la vendita e l’acquisto non riguardano solo armi, ma anche equipaggiamenti, logistica, trasporti e attrezzature tecnologicamente avanzate) da condizionare la politica degli stati, con accordi spesso taciuti e che stanno alla base di decisioni che il grande pubblico trova quanto meno incomprensibili. Il commercio d’armi non influisce solo sulle capacità militari di un paese, ma soprattutto sulle relazioni internazionali perché spesso le armi vengono acquistare per dei conflitti in corso o in via di preparazioni, sia di natura interna, sia di natura esterna. Leggi