Come funziona il trasporto refrigerato

5 Mar

Alcune tipologie di prodotti e di merci non possono essere spedite per mezzo di normali camion o furgoni, ma hanno bisogno del trasporto refrigerato. Parliamo di prodotti molto delicati, ad esempio alcuni medicinali che devono rimanere ad una temperatura controllata per non alterarsi, oppure si pensi al trasporto degli alimenti refrigerati da un supermercato all’altro o alla casa del cliente. È intuitivo che determinati prodotti devono essere sottoposti alla catena del freddo la quale non si deve mai interrompere, pena possibili rischi per la salute del consumatore. Ecco perché si parla di trasporto refrigerato, facendo riferimento ad appositi mezzi di trasporto che sono dotati di container frigorifero o che possono comunque mantenere una certa temperatura, rispettando così merci ed alimenti trasportate.

trasporto alimenti refrigerati

Le norme in materia sono stabilite a livello nazionale ma anche a livello internazionale. Si parla della normativa ATP, acronimo di Accord Transport Perissable, che si tratta di una disciplina che norma i criteri e le regole per il trasporto refrigerato di prodotti deperibili, alimentari o medicinali, elencando anche le caratteristiche tecniche che i mezzi di trasporto che vengono usati per questo scopo devono necessariamente avere. L’accordo in questione è entrato in vigore a Ginevra nel 1970, quando è stato approvato, e poi annualmente viene aggiornato a seconda delle innovazioni in materia di trasporto refrigerato, per mantenere la disciplina sempre attenta alle novità del settore.

La normativa ATP distingue diverse tipologie di mezzi di trasporto speciali, e quello che interessa in questa sede è il trasporto refrigerato.

Scopo del trasporto refrigerato è mantenere la logistica del freddo e quindi la catena del freddo, cioè mantenere inalterati quei prodotti che non possono scongelarsi o che non possono essere esposti a delle temperature troppe alte. Si tratta, questo è intuitivo, di un’attività davvero molto delicata e che deve essere svolta con mezzi ad hoc, sempre con attenzione alla qualità dei mezzi usati ed ai sistemi di regolazione del freddo e di controllo costante della temperatura a bordo del mezzo.

La spedizione deve avvenire in massima sicurezza e nel totale rispetto delle norme igieniche e degli standard qualitativi del settore, rispettando i singoli prodotti. Bisogna altresì sempre controllare che i mezzi che usano il trasporto refrigerato abbiano a disposizione il fondamentale attestato ATP che garantisce che quel mezzo di trasporto, effettivamente, rispetta la normativa della quale abbiamo parlato.

Il trasporto refrigerato, vale a dire il rispetto della catena del freddo, può essere effettuato non solamente via terra ma anche via mare e va aerea.

I trasporti refrigerati sono comunque sempre condotti con speciali attenzioni e in condizioni di garanzia e di sicurezza per il rispetto della qualità della merce. Inoltre si tratta, come abbiamo detto, di un trasporto sottoposto a normative comune non solo in maniera omogenea a livello nazionale ma anche a livello internazionale, giacché l’Accord Transport Perissable vale anche al di fuori dell’Italia e quindi le norme valgono davvero per tutti. Questa è una garanzia di qualità e di protezione delle merci alimentari e anche medicinali a livello non solo nazionale ma anche internazionale.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *