Vantaggi e svantaggi della SRL unipersonale

5 Giu

La Srl unipersonale consiste in una particolare tipologia di Società a Responsabilità Limitata, formata da un socio unico. 

La Srl, come si sa, è una società di capitali di dimensioni minori della SpA, e con capitale minore (richiesti solamente 10mila euro). Ciascun socio risponde delle obbligazioni sociali relativamente al capitale conferito. La Srl unipersonale ha la particolarità di essere formata da un solo socio e richiede, al contrario rispetto alla Srl classica, il versamento integrale del capitale sociale al momento della costituzione. 

La Srl unipersonale si costituisce con la redazione di atto costitutivo per mezzo notaio (atto pubblico), con la redazione dello Statuto della società, e con il versamento integrale del capitale sociale minimo da 1 euro fino a 10mila euro (con la necessaria differenza tra ordinaria e semplificata, che leggiamo sotto). 

Quando si vuole costituire una Srl unipersonale è bene conoscere i vantaggi e gli svantaggi di questa forma societaria. 

La prima cosa che bisogna sapere è che la Srl unipersonale può essere ordinaria, quindi seguire la classica disciplina di legge, o semplificata. 

La Srl unipersonale semplificata permette di costruire una società con un capitale sociale che va da 1 euro fino a 9.999 euro. Il denaro, comunque, deve essere versato integralmente all’atto della costituzione, in denaro contante o con bonifico bancario, o con assegno circolare o con deposito nelle mani del notaio, o ancora con creazione di deposito vincolato in banca. 

Ma quali sono i vantaggi della Srl unipersonale? Innanzitutto – può sembrare banale ma non lo è – la si può costituire da soli, senza bisogno di trovare alcun socio, l’importante è avere il capitale minimo richiesto (se non si tratta di Srl unipersonale semplificata). 

Il maggiore vantaggio della Srl unipersonale è quello di poter svolgere un’attività imprenditoriale da soli limitando il rischio di impresa semplicemente al capitale che si ha sottoscritto. 

Inoltre la Srl unipersonale ha dei regimi di tassazione abbastanza favorevoli e, se si opta per quella ordinaria, si ha anche la possibilità di contare sul capitale di minimo 10mila euro che dà una minima credibilità per le banche laddove dovessero servire dei prestiti. 

Tuttavia, costituire una Srl unipersonale ha anche degli svantaggi che bisogna prendere in considerazione prima di lanciarsi a capofitto. 

La gestione amministrativa e la costituzione della società sono costose, e se si è da soli, dover affrontare tutte queste spese in autonomia è una considerazione che va fatta prima di cominciare. 

Costituire una Srl unipersonale semplificata ha i vantaggi di un minore costo da affrontare (il capitale sociale potrebbe anche essere di un euro), il notaio non costa nulla. Inoltre non ci sono limiti di età per chi costituisce la società.

Infine, caratteristica di tutte le Srl, anche la Srl unipersonale semplificata è a responsabilità limitata e quindi, anche se gli affari dovessero andare male, non sarete costretti a pagare i debiti della società con i vostri beni personali, perché la società è dotata di autonomia patrimoniale. 

Gli svantaggi sono la gestione della Srl semplificata unipersonale: la costituzione è meno costosa di quella ordinaria, la gestione no. 

Il capitale è limitato (deve essere inferiore di 10mila euro). Ma il problema più grosso potrebbe essere accedere ai finanziamenti: la responsabilità limitata ed il basso capitale (che dovrebbe fungere da garanzia) spesso non sono sufficienti per avere credibilità agli occhi delle banche. Una più densa analisi su queste problematiche può essere letta su edotto.com, il portale dedicato all’economia, il lavoro, la finanza.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *