Tutto su Ebola, il virus che stiamo sconfiggendo

2 Set

Fino allo scorso anno si parlava di Ebola come pericolo potenziale mortale per l’uomo. Ma se ne parlava come se un’infezione globale non sarebbe mai arrivata. Quando invece hanno iniziato a diffondersi i primi focolai l’emergenza pandemica è apparsa in tutta la gravità. Molte teorie della cospirazione hanno a che fare con Ebola, definendolo una variante di virus impazzita, sfuggita dalle mani di un biologo asserragliato dentro un laboratorio di ricerca di una big pharma. In realtà la scoperta del virus avvenne tramite l’osservazione dei sintomi in Zaire, l’ex Congo Belga, nel lontano 1976, anche se il primo focolaio potrebbe essere partito dall’attuale Sudan del Sud. Per decenni se n’è parlato come di una malattia mortale, sconosciuta, per la quale non avevamo risposte. Invece, nel 2015, abbiamo conosciuto due casi di italiani ammalati gravemente e guariti, nonostante l’infezione contratta in loco. Come è stato possibile questo straordinario risultato? Leggi