I benefici e le proprietà del miele sull’organismo

20 Giu

La grande reputazione del miele come alimento sano deriva da una lunga tradizione di consumo e allevamento delle api, i primi insetti ad essere addomesticati (e sostanzialmente gli unici). Le persone amano il miele per molti motivi. Prima di tutto per il suo sapore dolce. Fin dall’antichità gli uomini hanno fatto di tutto per rubare il miele alle api, fino ad arrivare all’apicoltura odierna. Il miele è stato per secoli il dolcificante principale e anche oggi viene consumato per questi scopi anche se è stato soppiantato nell’uso comune dallo zucchero di canna. Il miele però ha delle sue proprietà specifiche, benefiche, che ne fanno un alimento completo per la nostra salute.

Il vecchio rimedio della nonna di consumare miele caldo per il mal di gola è corretto. Il miele infatti ha delle proprietà antisettiche che ne fanno un battericida di primo ordine. Può lenire il dolore spalmato e curare problemi come la diarrea. È stato scoperto che rinforza il sistema immunitario e può addirittura favorire la prevenzione di alcuni tumori.

I benefici del miele sono conosciuti da tanti anni, come detto. In quanto zuccherino, è stato utilizzato spesso come cibo energizzante. L’assimilazione rapida del glucosio contenuto in esso va direttamente a rinforzare il corpo, mentre il fruttosio dura per più tempo. IL miele migliora la resistenza atletica e favorisce il miglioramento delle prestazioni sportive. È utile per tutti quegli atleti che svolgono discipline basate sulla resistenza e la forza.

L’energia che ricaviamo dal miele migliora complessivamente i processi metabolici, alleviando il senso di fatica muscolare e migliorando la circolazione sanguigna.

Come detto, il miele influisce positivamente sul sistema immunitario: in questo modo è possibile combattere meglio gli stati di malessere. È un ottimo coadiuvante nella terapia delle varie influenze stagionali e aiuta il corpo a ripulirsi delle tossine. Migliora pure il sistema digestivo, partecipando a un complessivo miglioramento dello stato di benessere.

Nel caso del mal di gola, il miele leggermente scaldato, bastano due cucchiai, porta immediato sollievo, eliminando la raucedine e la fastidiosa infiammazione. Per queste proprietà il miele veniva usato anche come antisettico locale: basta cospargerlo su una ferita e guarirà meglio per le sue proprietà antibatteriche. Diminuisce il sanguinamento e favorisce una migliore cicatrizzazione dei tagli.

Mal di stomaco, diarrea, nausea possono essere combattuti col miele favorendo l’eliminazione dei batteri che possono provocare questi problemi. Il miele non ha solo proprietà alimentari, ma diminuisce le irritazioni della pelle. Avendo proprietà antiossidanti lenisce le irritazioni anche in casi estremi come le dermatiti seborroiche. È fungicida e quindi combatte anche le dermatiti provocate da lieviti. Una ricerca ha dimostrato che è utile contro la caduta dei capelli determinata da questi tipi di dermatite. Il miele non trattato a livello industriale, quindi proveniente direttamente dall’alveare e senza aggiunta di zuccheri fa bene anche all’acne.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *